La riapertura dei cinema e la traduzione audiovisiva

La riapertura dei cinema e la traduzione audiovisiva

La traduzione audiovisiva: tutte le curiosità

Finalmente riaprono i cinema!

Il 15 giugno 2020 sono state ufficialmente riaperte alcune importanti sale cinematografiche in Italia. Certo, l’idea di rivivere alcuni momenti vintage in un drive-in, seduti in macchina a mangiare dei pop-corn e a sorseggiare una bibita ghiacciata davanti a un grande schermo sotto le stelle non era male, ma tornare a poco a poco alla normalità ci fa sentire senz’altro molto meglio.

Questi straordinari mesi trascorsi in totale -o quasi- isolamento hanno colpito un po’ tutti, anche il campo dell’entertainment e, di conseguenza, quello dei servizi di traduzione correlati a questo settore. Il doppiaggio e il sottotitolaggio, la traduzione audiovisiva, la traduzione di film, la traduzione multimediale, la traduzione di testi cinematografici, rappresentano tutti servizi che senza dubbio hanno subito un forte calo: se non si può produrre un film, difficilmente lo si può anche tradurre, quindi urrà a questa nuova riapertura.

Di cosa si occupa un’agenzia che offre servizi di traduzione audiovisiva?

Non si tratta semplicemente di tradurre film, ma qualsiasi prodotto multimediale che abbia bisogno di essere capito da un pubblico che non conosce la lingua originale in cui è stato registrato.

Si tratta quindi di film, certamente, ma anche di video su YouTube, di video su Facebook o su qualsiasi altro canale social; possono essere brevi clip con comunicati ai dipendenti di un’azienda per spiegare la situazione attuale in questo periodo di COVID-19, possono essere delle istruzioni di montaggio di un determinato prodotto, oppure una pubblicità. La lista è davvero infinita.

Anche stavolta, quindi, il servizio di traduzione di questo tipo di prodotto e un’agenzia in grado di seguire tutto il processo di lavorazione è fondamentale.
È semplice: basta pensare che qualsiasi video, documentario, film, videoclip (musicale e non), lungometraggio, cortometraggio, e chi più ne ha più ne metta, ha bisogno di una traduzione e di un particolare adattamento per essere capito da un pubblico diverso rispetto a quello per cui era stato creato originariamente.

 

Traduzione audiovisiva e cinematografica

 

Sottotitolaggio, doppiaggio e voice over

Hollywood non avrebbe potuto ottenere così tanto successo nel mondo se i suoi film non fossero stati sottoposti a un processo di traduzione e adattamento di testi per il doppiaggio, traduzioni di testi cinematografici, traduzione audiovisiva di sottotitoli e anche a servizi di traduzione e voice over.

Giusto per chiarirci un attimo le idee su cosa siano esattamente tutti questi tipi di servizi, diamo un’occhiata ad alcuni:

  • Il sottotitolaggio è il servizio che mira a fornire sottotitoli in una lingua diversa da quella del prodotto originale. Il pubblico può quindi capire il prodotto audiovisivo tramite un testo scritto, che segue il parlato di ogni singolo interlocutore, mediante una struttura precisa e chiara per far capire in ogni momento chi sta parlando e cosa sta dicendo. Esiste il semplice sottotitolaggio, le tecniche di forced narrative (narrativa forzata), in cui viene tradotto e riportato sotto forma di sottotitolo un determinato testo che compare sullo schermo (una lettera o un SMS importante per comprendere la storia del prodotto audiovisivo, un cartello, un’indicazione, ecc.), i sottotitoli per non udenti, in cui viene messo per iscritto qualsiasi evento sonoro presente (una porta che si chiude, lo squillare del telefono, il suono del clacson di una macchina e via dicendo).
    In tutti questi casi è fondamentale utilizzare gli appositi strumenti per inserire un testo in un video, e per ottenere una sincronizzazione perfetta tra il parlato e il testo scritto con la relativa traduzione.
  • Il doppiaggio è invece è la sostituzione del parlato originale o della colonna sonora di un prodotto cinematografico o televisivo con un altro, provvisto di dialoghi tradotti nella lingua parlata e compresa dal pubblico che usufruirà del prodotto per poi essere doppiati, appunto, da doppiatori professionisti. È forse il servizio più utilizzato in Italia, nota per le sue bellissime e famose voci. Il servizio di traduzione che si cela dietro al doppiaggio è molto importante e leggermente diverso rispetto a quello di una traduzione tradizionale: è importante la scelta del lessico in base al movimento labiale del personaggio, poiché le frasi non possono essere più b rispetto al tempo impiegato dall’attore a recitare la sua battuta. In poche parole, la traduzione lavora in tandem con il doppiatore. Anche in questo caso, la sincronizzazione è fondamentale per ottenere un buon prodotto finale.
  • Il voice over è un altro servizio che si offre nell’ambito della traduzione audiovisiva, in cui il volume della versione originale viene mantenuto in sottofondo e la versione tradotta non è sincronizzata rispetto al parlato degli attori, come per il doppiaggio. In questo caso, la versione tradotta viene proposta oralmente, ma non copre completamente l’originale. Questa tecnica viene utilizzata generalmente per la traduzione di documentari.

Questi sono solo alcuni esempi dell’universo che si nasconde dietro questo incredibile ramo della traduzione audiovisiva, affascinante e allo stesso tempo molto complesso, che interessa cinema, televisione, teatro, pubblicità, social network, piattaforme di entertainment online e qualsiasi altro settore che possa prevedere la presenza di un prodotto audiovisivo.

Anche SoundTrad può aiutarti a tradurre il tuo file audiovisivo nella lingua da te scelta, preparandoti un’offerta ad-hoc per ogni tua necessità.

La nostra esperienza ci ha portato a tradurre, a sottotitolare, a sincronizzare e a bruciare per importanti società televisive, ottenendo sempre ottimi risultati.
Richiedici un preventivo per il tuo progetto e saremo lieti di aiutarti nella tua avventura.

Articolo pubblicato il 23.07.20 da Soundtrad